­

Firenzeland 2051

1912, 2008

Capitolo otto

Nella Sacrestia Nuova della chiesa di San Lorenzo ad imperitura memoria, una lapide posta a fianco della statua della notte ricorda l’evento che gettò le basi per il secodo rinascimento della città. La riunione si svolse in gran segreto nel cuore della notte i convenuti aderenti all’associazione, per ora segreta, FIRENZE DOMANI: tassisti, albergatori, commercianti, ristoratori, commercianti ambulanti, finalmente uniti dalla forte leadership del giovane Sindaco, al grido di FIRENZE A CHI? A NOI!!! Sancirono il patto/programma che avrebbe traghettato la città verso il futuro. Fu approvato un proclama che sarebbe stato affisso al momento opportuno: […]

1912, 2008

Capitolo sette

Il giovane Sindaco non pose tempo in mezzo, impose ed avviò a tempo di record la realizzazione della cittadella dello sport. L’idea si rivelò davvero formidabile, l’entusiasmo invase la la città, per molte sere colonne di macchine e motorini percorrevano il centro a clacson spiegati sventolando orgogliosamente grandi bandiere viola. Il giovane sindaco raggiunse livelli di popolarità straordinari. Guardando compiaciuto i caroselli da una finestra del Palazzo vecchio il giovane sindaco pensava già al passo successivo: i poteri forti. La popolarità conquistata rafforzava enormemente la sua leader [...]

1612, 2008

Capitolo sei

La sitazione della città, al presente non si presentava drammatica nonostante l’immobilismo amministrativo, il turismo continuava a tenere e dava l’illusione che sarebbe durato in eterno. Drammatica però appariva la situazione a chiunque avesse spinto il suo sguardo oltre il futuro prossimo: la perdita delle grandi industrie e delle importanti compagnie finanziarie relegava la città ed il territorio ad un ruolo assolutamente terziario. Sarebbe bastato il turismo a sostenere la città? Il giovane Sindaco tornando a casa nella sua auto blu era attanagliato da questo atroce dubbio. Anche quella vo [...]

1612, 2008

Capitolo cinque

Vista l’eterna incertezza amministrativa Firenze è ormai divenuta territorio di caccia di grandi gruppi finanziari ed industriali nazionali. La popolazione emigra costantemente verso Comuni limitrofi più attenti al benessere del cittadino. La realizzazione del nuovo quartiere di Novoli che dopo trent’anni di dispute appare come una architettura vecchia e superata, non frena la diaspora. Anche le piccole e medie industrie hanno optato di uscire dal territorio comunale trovando condizioni più accoglienti ed amministrazioni più disponibili alle esigenze delle imprese. Prato sopra a tutti ha confe [...]

1612, 2008

Capitolo quattro

Nonostante l’immobilismo politico, la criminalità era sotto l’attento controllo delle forze dell’ordine e della magistratura. Una delle più frequentate discoteche della città era da tempo nel mirino della polizia per il sospetto che vi si svolgesse un fiorente spaccio di sostanze stupefacenti. Secondo le moderne tecniche di indagine vari telefoni furono messi sotto controllo. La catena delle intercettazioni portò al consigliere comunale Baracchi attraverso il telefono del figlio abituale frequentatore della discoteca. Fu così che le solerti forze dell’ordine e l’irreprensibile magistrato venne [...]

611, 2008

Capitolo tre

Correva l'anno 2012 e forse 2013 l'arresto del clandestino Ciabatti ha grande rilievo sui giornali ma scarsa attenzione nell'opinione pubblica, la città esprime al massimo la sua litigiosità, decine e decine di comitati pro e contro sorgono assediando l'amministrazione con le più strampalate richieste. I venditori di ulivo benedetto davanti alle chiese per la domenica delle Palme, riuniti nell'associazione " Liberi palmizzai cristiani" ha dichiarato lo stato di agitazione della categoria minacciando scioperi e blocchi stradali un presidio e era stato istituito presso l'assessorato al commercio [...]